ANGELA DEMATTÈ

ANGELA DEMATTÈ

Drammaturga e attrice. Nata e cresciuta in Trentino, si trasferisce a Milano dove si laurea in Lettere e si diploma all’Accademia dei Filodrammatici. Scrive nel 2009 “Avevo un bel pallone rosso” e vince il Premio Riccione e il Premio Golden Graal. Il lavoro è messo in scena da Carmelo Rifici con il quale inizia una profonda ricerca che produce, tra gli altri: “L’officina”, “Chi resta”, “Il compromesso”, “Clitennestra o la morte della tragedia”, “Ifigenia, liberata e Macbeth, le cose nascoste”. Negli stessi anni lavora come dramaturg e autrice per i registi Sandro Mabellini, Renato Sarti, Valter Malosti e soprattutto per Andrea Chiodi, con cui adatta una fortunata “Bisbetica domata”. Scrive, dirige e interpreta “Mad in Europe” che vince il Premio Scenario 2015 e il Premio Sonia Bonacina. Nel 2019 la città di Trento le conferisce il Premio Aquila d’Oro per la cultura. Nella sua personale ricerca drammaturgica indaga le potenzialità e i limiti del linguaggio identitario, argomento su cui ha creato diversi laboratori e masterclass per Matearium Teatro, Proxima Res, Karakorum Teatro e Teatro Franco Parenti.
Il suo lavoro è pubblicato in Italia, Francia, Svizzera, Germania ed Egitto. “J’avais un beau ballon rouge” è in scena in Francia, Svizzera, Belgio per quattro stagioni con la regia di Michel Didym e vince nel 2013 il premio Palmarès Coup de coeur per gli attori Richard e Romane Bohringer.

Questo sito utilizza i cookie per offrire l'esperienza web migliore possibile. Proseguendo e utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.